By continuing your visit to this site , you accept the use of cookies to provide content and services best suited to your interests.
 GALERIE ART PREMIER AFRICAIN GALERIE ART PRIMITIF AFRICAIN AFRICAN ART GALLERY

GALERIE ART PREMIER AFRICAIN GALERIE ART PRIMITIF AFRICAIN AFRICAN ART GALLERY

Art Gallery the Eye and the Hand
Situation : Welcome » Appendix » Livres d'art

Image LE RAZZE E I POPOLI DELLA TERRA (4 Volumi)
BIASUTTI Renato
LE RAZZE E I POPOLI DELLA TERRA (4 Volumi)
 
VOLUME TERZO: AFRICA
Con la collaborazione dei professori: Bernardo Bernardi - Ernesta Cerulli - Lidio Cipriani - Vinigi L. Grottanelli - Nello Puccioni - Alda Vigliardi Micheli
 
Descrizione libro:
UNIONE TIPOGRAFICO - EDITRICE TORINESE - 1967 
Quarta edizione riveduta e aggiornata - Pagg. del 3° Volume: 776, cm 25 x 18,5 - 9 tavole a colori fuori testo e 608 illustrazioni nel testo, comprese 21 carte geografiche in nero e a colori.
 
Biografia dell'autore
 
 
Renato Biasutti
(San Daniele del Friuli, Udine, 22.3.1878 – Firenze 3.3.1965)
 
 
 
Renato Biasutti, figlio di Luigi e di Teresa Savio, nacque il 22 marzo 1878 a San Daniele del Friuli. Studiò all’Università di Firenze, dove fu allievo di Giovanni Marinelli e di Carlo Puini. Si impegnò in varie attività, a Firenze, presso il Museo e l’Istituto di antropologia, fondato nel 1869 e ancora diretto da Paolo Mantegazza (1831-1910), e presso la Società di Studi Geografici, per lo sviluppo della quale fornì un contributo decisivo (ne fu consigliere dal 1902 al 1914 e in seguito più volte presidente, oltre che condirettore per vari anni, a partire dal 1933, della “Rivista Geografica Italiana”). A seguito di una rilevante mole di pubblicazioni, che spaziavano in vari ambiti (geologia, geografia fisica ed economica, cartografia, antropologia e etnografia, storia delle esplorazioni), ottenne già nel 1907 la libera docenza in geografia ed etnologia. I contatti con Paolo Mantegazza, con Aldobrandino Mochi (1875 -1831), suo successore alla direzione del Museo di antropologia e con i più importanti esploratori ed etnologi del tempo, che solevano incontrarsi presso la prestigiosa istituzione fiorentina indirizzarono Biasutti a privilegiare l’antropogeografia.
Fra le sue numerose ed approfondite produzioni scientifiche rimane ancora preziosa la sua grande opera in più volumi, Le razze e i popoli della Terra, nella quale si avvalse della collaborazione di insigni studiosi. La prima edizione del 1941 (UTET, Torino, 3 volumi) fu seguita, sempre presso lo stesso editore, da ulteriori edizioni, sempre ampliate: 2a, 1953-1957 (4 volumi); 3a, 1959 (4 volumi); 4a, 1967 (4 volumi, stampata postuma).
Dopo un primo periodo fiorentino, Biasutti fu, dal 1913 al 1927, a Napoli ove tenne la cattedra di Geografia nella facoltà di Lettere (aveva vinto il concorso per l’anno accademico 1913-1914). Tornò a Firenze, sempre come ordinario di geografia e mantenne l’insegnamento fino al 1948, quando raggiunse il limite di età. Rimase a Firenze fino alla morte, avvenuta il 3 marzo 1965.
(Scheda redatta nel giugno 2009 da E.G. Bargiacchi per il sito web http://www.ippolito-desideri.net)


Search
Translations
Menu
Newsletter
Links
Publicités